Piketty, Il Capitale nel XXI secolo: presentazione di un progetto

di Alessandro Mascaro

Immagine

Il Capitale nel ventunesimo secolo è un libro scritto dall’economista francese Thomas Piketty, anche professore all’ École d’Économie de Paris. Pubblicato in francese nel 2013 e poi tradotto in inglese ad Aprile 2014, il libro svetta nelle classifiche di vendite di Amazon in vari paesi, acquistando sempre più popolarità e attirando elogi e critiche dai lettori. Nelle quasi 700 pagine che lo compongono, l’intellettuale francese tratta di un tema molto sentito dalla collettività: le ineguaglianze sociali. Più in particolare, nella sua analisi storico-economica, pregevole soprattutto per la mole di dati raccolti, la tesi centrale è che la ricchezza tenderà ad accumularsi sempre di più se il reddito del capitale continuerà ad essere superiore al tasso di crescita, portando a sempre maggiore concentrazione di ricchezza e, di conseguenza, a maggiori disuguaglianze. Per ovviare a questo problema, Piketty propone una tassazione progressiva sulla ricchezza, i cui proventi devono essere reinvestiti a favore dei meno abbienti. 

Data la mole del libro e lo scalpore da essa causato, il periodico britannico The Economist ha deciso di pubblicare sul suo sito dei brevi riassunti di ogni capitolo, spiegando in maniera abbastanza approfondita le argomentazioni di Piketty. Noi di New Lib Society abbiamo deciso di tradurre questi riassunti per renderli disponibili immediatamente al pubblico italiano e far sì che le tesi di questo economista siano conosciute e che si possa creare su di esse un dibattito conscio e sano.

Significa, dunque, che noi avalliamo interamente le tesi portate avanti da Piketty? Ovviamente no. Come già accennato sopra, il libro ha suscitato già enormi critiche che non risparmiano niente di esso: ne viene giudicato l’aspetto sociologico, economico, matematico e addirittura storico. Molti dei membri di questo circolo disapprovano le proposte del Capitale. Tuttavia, per quanto ci dolga dirlo, spesso l’influenza che un libro può esercitare sulla sua epoca storica prescinde dal suo valore effettivo. Per dirla molto semplicemente, una teoria non ha bisogno di essere corretta per poter essere applicata, e se questo avviene gli esiti possono essere molto pericolosi. La popolarità che questo libro sta raggiungendo impone un confronto sano con esso, il quale non può veramente permettersi di perdersi in chiacchiere da talk show, ma deve ragionare sui dati in modo scientifico e serio, con onestà intellettuale. Per avviare un tale dibattito, le tesi dell’economista francese devono essere conosciute, e anche bene.

 

 

Annunci

2 risposte a “Piketty, Il Capitale nel XXI secolo: presentazione di un progetto

  1. Pingback: Tutto quello che dovete sapere sul Capitale nel XXI secolo di T. Piketty | New Lib Society·

  2. Pingback: New Lib Society·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...